Antiossidanti e radicali liberi: ecco cosa sapere
FacebookFacebook
rssyoutuberssyoutube

Sapete cosa sono? Sono enzimi o altre molecole che possono compensare l’effetto dannoso dei derivati dell’ossigeno negli alimenti o nei tessuti.

Sappiamo tutti che l’ossigeno è essenziale per la vita e senza di esso cani e gatti non potrebbero sopravvivere, vero?

Ma scommetto che non sapevate che l’ossigeno è anche tossico!!!!!!!!! Rappresenta, addirittura, una minaccia potenziale costante per la salute delle cellule viventi!!!!!!! Infatti le cellule animali possono tollerare l’ossigeno solo perché hanno sviluppato potenti meccanismi di difesa per minimizzare questi effetti tossici.

L’ossidazione dei grassi alimentari conferisce il sapore rancido ai cibi e gli antiossidanti hanno proprio il ruolo di prevenire tutto questo.

Si è anche scoperto che gli antiossidanti alimentari possono avere un effetto positivo sulla salute e sulla prevenzione delle malattie, evitando i danni cellulari causati dai radicali liberi.

Questi danni possono limitare la risposta immunitaria e possono contribuire a determinare l’insorgenza di molte condizioni patologiche quali invecchiamento accelerato, cancro e patologie cardiache.

Ma che sono mai questi radicali liberi???

Sono molecole reattive ed instabili che provocano danni cellulari a proteine, acidi nucleici (per esempio il DNA) ed ai lipidi delle membrane mediante l’ossidazione.

Molti prodotti alimentari per cani e gatti che si trovano in commercio contengono estratto di rosmarino e vitamina E, che sono antiossidanti alimentari di origine naturale.

Questi antiossidanti servono ad evitare che i cibi assumano un sapore rancido, ma non sono in grado di compensare l’effetto dannoso dei radicali liberi sui tessuti viventi. Solo gli antiossidanti biologicamente attivi possono farlo.

Quindi possiamo dividere gli antiossidanti in due gruppi:

mirtilli

  • Quelli biologicamente attivi: vitamina E, vitamina C, carotenoidi (ad esempio il beta-carotene), flavonoidi, acido alfa-lipoico, selenio, acido fenolico, glutatione.

acido citrico

  • Quelli alimentari che impediscono che il grasso diventi rancido: olio di rosmarino, acido citrico, membri della famiglia della vitamina E, come i tocoferoli naturali misti.

Ed anche per oggi è tutto, vi aspetto il prossimo venerdì dove parleremo delle VITAMINE!!!

Grazie a tutti un grande ciaoooooooo