DI CHI E’ LA RESPONSABILITA’ SE IL MIO CANE MORDE QUALCUNO?
FacebookFacebook
rssyoutuberssyoutube

Ciao a tutti oggi siamo nuovamente con l’Avvocato Emanuele Nardelli, che ci parlerà della
responsabilità che noi proprietari di un cane potremmo avere nel caso in cui il nostro peloso
dovesse mordere qualcuno.
Dunque Avvocato, di chi è la responsabilità se il mio cane morde qualcuno?cane che morde
L’Avvocato Nardelli dice che per rispondere a questa domanda bisogna partire dalla lettura
dell’art. 2052 del Codice Civile, il quale afferma espressamente che: “il proprietario di un animale o
chi se ne serve per il tempo in cui lo ha in uso, è responsabile dei danni cagionati dall’animale, sia
che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o sfuggito”.
L’Avvocato prosegue affermando che si tratta di una responsabilità che viene tecnicamente
definita OGGETTIVA, in quanto comporta una vera e propria presunzione di responsabilità in capo
al proprietario o a chiunque se ne servi per il tempo in cui lo ha in uso.
Da ciò scaturisce che colui che subisce delle lesioni (danneggiato) causate dal morso di un cane,
per determinarne la responsabilità in capo al proprietario, dovrà semplicemente dimostrare il
nesso causale tra l’aggressione dell’animale ed il danno subito.
Cosa può fare, quindi, il proprietario o, in linea di principio il responsabile per giustificarsi e non
incorrere in tale responsabilità? Dovrà dimostrare l’esistenza del caso fortuito e cioè che il morso
del cane è avvenuto per circostanze del tutto imprevedibili, inevitabili ed eccezionali.
Un esempio servirà a chiarire meglio il concetto.
Supponiamo che una persona si sia introdotta in un recinto con all’interno dei cani e che,
nonostante fosse stata avvisata del pericolo o fosse stato vietato l’accesso ai luoghi, questi vi sia
transitato subendo l’aggressione di uno o di tutti i cani ivi presenti.
In tale circostanza sussisterà, in capo al proprietario dei cani, il caso fortuito rappresentato dal
comportamento negligente ed irresponsabile della vittima.
Di contro, invece, ad esempio l’aver avvisato l’ospite di non accarezzare il cane non rappresenta
un’ipotesi sufficiente ad escludere la responsabilità del proprietario.
Ma cosa rischia effettivamente il proprietario di un cane che aggredisce una persona
provocandogli dei danni? In tali circostanze, il danneggiato potrà, non solo richiedere un
risarcimento dei danni subiti, ma anche denunciare (mediante apposita querela di parte) il
proprietario, il quale sarà poi chiamato a rispondere del reato di lesioni colpose.
Beh insomma, che dire, penso che l’Avvocato Nardelli sia stato sufficientemente chiaro nel
metterci al corrente di ciò che si rischia se il nostro peloso aggancia la coscia o il braccio di
qualcuno.
Quindi, mi raccomando, stiamo sempre attenti e assicuriamo i nostri amici pelosi…

Ciao a tutti ci vediamo venerdì prossimo!!!!!