LA FLUTD: QUESTO STRANO TERMINE
FacebookFacebook
rssyoutuberssyoutube

Ciao a tutti 🙂

Oggi vorrei parlarvi della FLUTD. Ma cosa significa questo acronimo?

FLUTD sta per Patologie Delle Basse Vie Urinarie del Gatto e sta ad indicare calcoli renali ed altrecalcoli
cause di infiammazione della vescica.
Qual è il tipo più comune di FLUTD? E’ la CISTITE IDIOPATICA FELINA, che pare essere causata dallo
stress.
Le FLUTD sono anche associate alla presenza di cristalli e calcoli nel tratto urinario; i più frequenti
sono i calcoli di struvite e di ossalato di calcio.
Ma quali sono i sintomi più comuni che il tuo gatto può presentare in caso di FLUTD?
Dunque i sintomi più comuni di FLUTD sono:
РUrinazione inappropriata, cio̬ fuori dalla cassetta;
– Difficoltà ad urinare, urinazione più frequente e più scarsa;
– Urine di colore rosa o di colore scuro o con presenza di sangue;
– Dolore durante l’urinazione che il micio esprime con vocalizzazioni;
– Perdita di appetito;
– Tendenza a leccarsi l’area genitale.
Ma vediamo ora quali sono le cause più probabili che possono far insorgere la FLUTD nel tuo gatto.
Le cause più importanti di FLUTD sono sicuramente quelle alimentari, infatti alcuni alimenti
contengono troppi minerali (calcio, fosforo e magnesio) che possono portare alla formazione di
cristalli nelle urine che possono, a loro volta, favorire la comparsa di calcoli. Gli alimenti, infatti,cat
influiscono sul pH delle urine, cioè sulla loro acidità. Ma cosa vuol dire questo? Vuol dire che le
urine, normalmente, devono essere moderatamente acide, perché l’ambiente acido ostacola la
formazione di cristalli di struvite.
E le altre cause di FLUTD quali sono?
Sicuramente lo stress. I gatti, infatti, si possono stressare facilmente, ad esempio se ci sono ospiti
in casa o se c’è stata introduzione di nuovi animali o l’eliminazione dei suoi nascondigli ecc.
Altri fattori di rischio della FLUTD sono il sovrappeso e il basso apporto di acqua, infatti se il vostro
gatto beve meno, l’urina è più concentrata e questa situazione può favorire la formazione dei
calcoli.
Dunque, se vedete alcuni dei sintomi che vi ho descritto correte dal vostro Medico Veterinario di
fiducia che sicuramente saprà consigliarvi le migliori terapie e la migliore alimentazione per il
vostro amato felino.
Occhio, però, perché queste problematiche possono recidivare, quindi se al vostro felino è stata
diagnosticata la FLUTD, dovrete prestare ancor più attenzione a lui e controllarlo spesso.

Con oggi è tutto, vi aspetto venerdì prossimo con un altro entusiasmante articolo.

Ciao!!!