LE ZECCHE: UN NEMICO DA CUI DIFENDERSI
FacebookFacebook
rssyoutuberssyoutube

Ciao a tutti oggi parliamo di un pericolo per noi e per i nostri amici pelosi: le zecche.

Lo sapete che le zecche possono trasmettere tante malattie?

Purtroppo, si!!
Ed anche molto gravi, infatti bisogna proteggere i nostri pets con dei prodotti naturali o meno naturali presenti in commercio e che trovate in tutti i negozi, nelle farmacie ed in alcuni ambulatori veterinari.
Quindi fatevi consigliare dal vostro Medico Veterinario di fiducia e, se possibile, acquistate direttamente da lui il prodotto così non perdete tempo ad iniziare la prevenzione e siete sicuri di prendere il prodotto appropriato.

Innanzitutto come possiamo prevenire un’infestazione da zecche?

Sicuramente cercando di evitare, durante la primavera e l’estate, di passeggiare in boschi o posti dove c’è una vegetazione molto folta o cercando di camminare al centro dei sentieri. Alla fine dell’escursione nel bosco o in campagna bisogna ispezionare i nostri amici pelosi, soprattutto a livello di ascelle, inguine, addome, padiglione auricolare e muso. Non dimenticate di ispezionare voi stessi, perché le zecche si possono attaccare anche all’uomo e sono molto, molto pericolose. Le zone nell’uomo dove le zecche amano ancorarsi di più sono le ascelle, l’inguine e la testa, cioè quelle zone dove la cute è più sottile ed umida.
Una volta individuata la presenza delle zecche, dovrete rimuoverle il prima possibile, magari aiutandovi con delle pinzette. Una particolarità delle zecche è che, quando camminano sulla cute, rilasciano un liquido anestetico e quindi è davvero difficile accorgersi della loro presenza.

Ma che cos’è una zecca?

La zecca appartiene alla classe degli Aracnidi e si ciba di sangue!! Una volta salita sul nostro corpo o su quello dei nostri amici pelosi, tramite il suo apparato buccale assume il sangue, ma subito dopo effettua il “rigurgito” di una parte di esso all’interno del suo ospite. Questo meccanismo è il responsabile della trasmissione di malattie, perché la zecca nel suo apparato buccale contiene sostanze in grado di promuovere la crescita di virus e la mobilità di batteri.

Ma che malattie possono trasmettere le zecche?

Le malattie che le zecche possono trasmettere al nostro cane sono tre.
L’ ANAPLASMOSI è una malattia che le zecche possono trasmettere al cane, ma non solo. Infatti l’anaplasmosi può essere trasmessa anche a gatti, equini, bovini ed ovini, ma anche ad alcuni animali selvatici come ad esempio cervi, cinghiali e volpi. Di solito questa patologia si presenta nel cane senza alcun sintomo, ma a volte può dare febbre, aumento di volume dei linfonodi ed anoressia. Per sapere se fido è affetto da Anaplasmosi bisogna fare un prelievo di sangue e la cura consiste nella somministrazione di tetracicline, che sono degli antibiotici.
L’altra malattia che le zecche possono trasmettere al cane è la BABESIOSI, causata da Babesia Canis che è un microrganismo che si va a nascondere nei globuli rossi. I sintomi di questa malattia sono gravi e possono portare a morte l’animale se non si interviene per tempo. Questi sintomi sono febbre molto alta (41°), aumento di volume della milza, ittero, ma si possono avere anche complicanze neurologiche, insufficienza renale acuta e shock.
La terza malattia trasmissibile dalle zecche è l’ EHRLICHIOSI, causata da Ehrlichia Canis, che è un batterio che si moltiplica all’interno di monociti, linfociti ed altre cellule sanguigne. Anche in questa malattia i sintomi sono piuttosto gravi e comprendono febbre improvvisa, aumento di volume dei linfonodi e della milza, perdita di peso, emorragie e sanguinamento dal naso.
Quindi prestate la massima attenzione in questo periodo, proteggete i vostri amici pelosi con i prodotti presenti in commercio che possono essere in forma di collare, pipette o spray.

Con oggi è proprio tutto! a presto!