Lo stretching che passione!!
FacebookFacebook
rssyoutuberssyoutube

Oggi parleremo di stretching!!! Come praticarlo e quando???

Innanzitutto vediamo in cosa consiste lo stretching??

Esso consiste nell’estendere una estremità avvicinandosi alla massima estensione possibile!!! Cioè si separano la radice e l’inserzione del muscolo, mantenendo la posizione per alcuni secondi. Mi raccomando ad iniziare i movimenti con calma ed attenzione, per non innescare una possibile azione riflessa d’allarme. Infatti, se un muscolo viene tirato all’improvviso, il vostro fido potrebbe reagire con un meccanismo di difesa ritraendolo per limitare il movimento. In questo modo possiamo provocare dolore all’arto che stiamo trattando!!!

Invece, uno stretching corretto fa sì che la tensione muscolare diminuisca gradatamente , in modo che il tessuto connettivo e la lunghezza del muscolo vengano poi estesi leggermente!

Ma come si procede per eseguire uno stretching corretto?

La cosa importante da sapere e da “sentire” e’ questa… se distendete un muscolo e sentite che il vostro peloso ve lo permette e si rilassa, potrete a quel punto distenderlo un po’ di più. In questo modo la radice e l’inserzione del muscolo si separano sempre di più, aumentando la mobilità delle articolazioni! Ovviamente c’è un punto massimo oltre il quale l’articolazione impedisce di spingersi.

Mi raccomando… se durante una seduta di stretching il vostro cane mostra dolore, vi consiglio di contattare il vostro Medico Veterinario di fiducia!

Lo stretching può essere praticato o mettendo il paziente sdraiato oppure in piedi. I massimi risultati però di solito si ottengono con l’animale sdraiato, perché in questo modo e’ più facile che si rilassi! Lo stretching deve essere praticato dopo ogni attività fisica lasciando al vostro amico a quattro zampe il tempo di recuperare , quindi di rallentare fisicamente e mentalmente dopo la tensione accumulata nella prestazione appena sostenuta! Questo favorisce l’eliminazione dell’acido lattico e dei prodotti di scarto.

Quindi vi lascio dandovi alcune piccole indicazioni che approfondiremo venerdì prossimo!

Un cane da compagnia in linea di massima può essere sottoposto a stretching 1-2 volte a settimana o dopo un’attività impegnativa tipo giochi all’aperto o corse con il proprietario. I cani da competizione o da lavoro, invece, possono trarre beneficio da una seduta di stretching dopo ogni allenamento o prestazione!!!

Inoltre, e poi davvero vi lascio, per praticare stretching bisogna tenere una zampa saldamente e distenderla fino alla massima estensione, mantenendo la posizione per 10-30 secondi. Questo movimento può essere ripetuto 3-5 volte.

Mi raccomando quando maneggiate il vostro cane, accertatevi di essere calmi e sicuri di voi stessi…. lui si accorge di ogni vostra titubanza e potrebbe aver timore… ora e’ proprio giunto il momento di salutarci 🙂

Vi aspetto venerdì prossimo… ciaoooo!!