La Stenosi degenerativa lombosacrale
FacebookFacebook
rssyoutuberssyoutube

Ciao a tutti oggi affrontiamo un tema per me molto interessante, sia dal punto di vista professionale che personale, la STENOSI DEGENERATIVA LOMBOSACRALE o CAUDA EQUINA.
È un tema che tratto con un po’ di sofferenza perché uno dei miei cani, Andrea, un meticcio di Pastore Tedesco, ne è affetto, per cui sto facendo di tutto per aiutarlo in questo momento di dolore.

Ma che cos’è la Stenosi Degenerativa Lombosacrale?

La Stenosi Degenerativa Lombosacrale è una delle più frequenti malattie osteoarticolari che si riscontrano in cani anziani di media o grossa taglia. Praticamente la base osteoarticolare interessata da questa patologia comprende la VII vertebra lombare, la I vertebra sacrale e le relative strutture legamentose.

Praticamente cosa succede durante il corso di questa patologia?

La Stenosi Degenerativa Lombosacrale o Cauda Equina è una malattia del treno posteriore. Dunque il treno posteriore, cioè l’articolazione L7/S1, è preposto alla propulsione ed e quindi particolarmente soggetto ad intenso lavoro durante la corsa, il salto e l’attività fisica in generale, per cui tende a sviluppare fenomeni artrosici.
Queste alterazioni artrosiche sono progressive e tendono a manifestarsi lentamente e per questo che sono più colpiti i cani anziani.

Ci sono delle razze più predisposte di altre?

Si! La razza più predisposta è il Pastore Tedesco ed a seguire anche Schnauzer, Rottweiler, Boxer, mentre tra i cani di piccola taglia troviamo i Barboncini.

Sono più soggetti a sviluppare questo tipo di patologia i cani in sovrappeso perché tendono a sforzare più del dovuto l’articolazione, ed i cani da lavoro o comunque liberi di correre senza freni.

Come posso fare ad accorgermi che il mio cane ha questo tipo di problema?

Il segno clinico più costante e che precede di mesi qualsiasi altra manifestazione clinica della Stenosi Degenerativa Lombosacrale è purtroppo il dolore.

Inizialmente questo sintomo può essere scambiato facilmente dal proprietario come un impigrimento o un invecchiamento del loro amato amico, ma in realtà non è così! Per esempio molti miei clienti riferiscono, durante la visita fisiatrica, che fido non riesce più a fare le scale oppure a saltare dentro l’auto o sul divano.

Se abbiamo il sospetto che il nostro cane sia affetto dalla Cauda Equina fatelo visitare da uno specialista in modo che possa confermare con una diagnosi il vostro sospetto e consigliarvi il percorso giusto da seguire!

Io ne tratto tanti con la fisioterapia! Ad Andrea, ad esempio, sto facendo sedute di tecarterapia e di kinesitepia 3 volte a settimana ed il dolore è migliorato tantissimo ed ovviamente anche la deambulazione!

Comunque per concludere vi voglio dire che il dolore e tutti gli atteggiamenti che ne dipendono, essendo dovuti a sollecitazioni sulle strutture nervose, tipicamente migliorano con il riposo e peggiorano con l’esercizio fisico; tuttavia, non bisogna dimenticare come alla base della sintomatologia ci sia un fenomeno artrosico, che di solito migliora con un po’ di esercizio ( a caldo) e peggiora con il riposo (a freddo).

Inoltre un altro segno caratteristico dalla Stenosi Degenerativa Lombosacrale o Cauda Equina è la debolezza del treno posteriore che viene tenuto abbassato e le articolazioni, di conseguenza, sono più flesse della norma. Il cane, purtroppo, riacquista la stazione a fatica, invece tende a sedersi frequentemente. La coda, inoltre, la porta flaccida e spesso scodinzola meno.

Quindi se il vostro amato fido, come il mio Andrea, mostra questi sintomi vi consiglio di farlo vedere da uno specialista e di cominciare il prima possibile un percorso di fisioterapia che lo aiuterà sicuramente moltissimo!

Con oggi è tutto vi aspetto al prossimo articolo. 

Dott.ssa Mariangela Nardelli

Le persone che hanno letto questo articolo hanno letto anche – Alimentazione Pets